La nostra pagina Facebook La nostra pagina Google Plus La nostra pagina Twitter
Notizie
Tutte le ultime notizie dalla delegazione regionale Molise di Fondazione Italiana Sommelier

Un’ennesima giornata legata alla Cultura del Vino: ACCREDITATEVI!

Siamo arrivati a 10. Siamo stati un esempio che ha stimolato molti altri a seguirci sulla strada della scelta culturale e qualitativa.

23/06/2017

Siamo a quota dieci anni. Per dieci anni abbiamo tentato di sottolineare con vari schemi di comunicazione quanto il Paese avesse bisogno di gente che il Vino lo conoscesse e lo riconoscesse quale Arte e Cultura. Il perché è presto detto, ve lo diciamo quest’anno:
IL VINO, L'OLIO, IL POMODORO, IL BASILICO E IL COLOSSEO AVREBBERO POTUTO, POSSONO E POTRANNO ESSERE LA GRANDE RICCHEZZA DEL NOSTRO PAESE.


Home > Notizie > Un’ennesima giornata legata alla Cultura del Vino: ACCREDITATEVI!Un’ennesima giornata legata alla Cultura del Vino: ACCREDITATEVI!
Siamo arrivati a 10. Siamo stati un esempio che ha stimolato molti altri a seguirci sulla strada della scelta culturale e qualitativa.[VINO] VINO
[Depliant del 10° Forum Internazionale della Cultura del Vino e dell'Olio]
Siamo a quota dieci anni. Per dieci anni abbiamo tentato di sottolineare con vari schemi di comunicazione quanto il Paese avesse bisogno di gente che il Vino lo conoscesse e lo riconoscesse quale Arte e Cultura. Il perché è presto detto, ve lo diciamo quest’anno:
IL VINO, L'OLIO, IL POMODORO, IL BASILICO E IL COLOSSEO AVREBBERO POTUTO, POSSONO E POTRANNO ESSERE LA GRANDE RICCHEZZA DEL NOSTRO PAESE.

In antitesi positiva il lavoro del Produttore ha portato il Vino Italiano al primo posto al mondo. La Cultura all'ultimo.
 
Il lavoro costante dei blog, di quattro nati da poco che scrivono di vino serve a poco, anzi, a pochissimo.
Serve a far felice qualche produttore che ancora crede che se lo dice lui che è il primo allora è vero. E gli regala “un presente”.
 
Quindi le cose non vanno. Osanniamo certamente i piccoli accenni che in questi anni ci hanno accompagnato nel nostro lavoro di divulgatori, nella nostra disponibilità di “esserci” nei punti più difficili di un’Italia difficile: una televisione impervia ma presente, per anni al fianco dei Ragazzi di San Patrignano e a quelli della Casa Famiglia del Capitano Ultimo.
Siamo passati ai Corsi per le Carceri di Regina Coeli e per quelle di Rebibbia. Abbiamo acceso le speranze nelle aule dell’Università della Terza Età e offerto un’opportunità ai Carabinieri dei Nac, ai Vigili del Fuoco.
E, ovviamente, abbiamo portato a scuola oltre 45.000 ragazze, ragazzi e meno giovani nella nostra Città di Roma.
 
Ma non basta, proprio al pensiero che oltre 60 milioni di persone non conoscono il vino.
 
Bene, anzi male, ma questo è il giorno giusto per far fuoco contro l'impotenza  e l’immobilismo di un Paese che non se ne occupa e che ha paura di occuparsene.
Abbiamo accolto di gran cuore l'ospitalità del 3 Luglio del Magnifico Rettore della LUISS Professoressa Paola Severino, già Ministro della Giustizia, per svolgere il nostro 10° Incontro con una giornata tutta dedicata alla Cultura del Vino.
 
Sarà Bruno Vespa (oggi anche vignaiolo per passione) a condurre le idee propositive che ci si aspetta arrivino in questo 10° Forum dalla stessa Professoressa Paola Severino, dal Ministro della Cultura Dario Franceschini, dal contatto vino/tv che abbiamo avuto in 17 anni grazie ad Antonella Clerici.
 
E poi Letizia Moratti, con la grande esperienza decennale per la Comunità di San Patrignano; il Sottosegretario di Stato al Ministero dell'Agricoltura Giuseppe Castiglione sarà il testimone che anche il Mipaaf, soprattutto sottolineandolo con il Testo Unico sul Vino, si impegna alla diffusione culturale delle diversità enoiche italiane; Oscar Farinetti, il grande Manager di Eataly, ha sicuramente contribuito ad elevare il livello della conoscenza con la diffusione di prodotti italiani.
 
Sara Farnetti sarà il medico che chiede alla medicina di proporre la verità sul vino e di non essere vaga o addirittura negativa nei confronti di questa Cultura.
 
Le nostre emozioni saranno spiegate da Daniela Scrobogna e Paolo Lauciani.
 
Insomma, a questo Forum bisogna esserci.
 
Non possiamo non essere testimoni di un momento storico in cui il nostro lavoro di anni sta iniziando a ottenere dei piccoli/grandi risultati. Certamente la presenza di tutti sarà significativa per una svolta a venire del progetto culturale al quale da anni abbiamo dedicato tutte le nostre energie.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina